Il progetto


Vie delle Terre d'Acqua

In questi ultimi anni la richiesta di viaggi “lenti” di un turismo “diverso” e consapevole è in forte aumento. Un viaggio a piedi o in bicicletta ci dà la possibilità di entrare maggiormente in contatto con la natura e con le persone che si incontrano lungo la via, ci fa riscoprire la bellezza dei nostri territori, ci fa vivere un’avventura a portata di mano rivalutando i paesi in cui abitiamo.
Le città, i paesi, i piccoli borghi così come le aree naturalistiche attraversate vengono rivalutate e godute assaporandone lentamente le bellezze.

Una via, un cammino può portare ad uno sviluppo economico: possono nascere agriturismi, ostelli, piccoli alberghi e strutture d’accoglienza   così come gli artigiani e le botteghe possono acquisire maggiore visibilità.

Le Vie delle Terre d’acqua


















Per  “Vie delle terre d’acqua” si intende  un rete di percorsi ciclo – pedonali che si sviluppano nel Nord Italia in Piemonte , Valle d’Aosta , Lombardia ed Emilia Romagna .
L’idea è di sfruttare strade a bassa percorrenza, strade bianche , sentieri , argini di fiumi e canali già presenti ed agibili sul territorio creando una vera e propria ragnatela di percorsi adatti a un turismo “ slow” .
Il denominatore comune di tutti i percorsi tracciati è l’acqua , lo sviluppo totale dei percorsi supera i 1100 km e tocca importanti fiumi quali : il fiume Po , la Dora Baltea, il Tanaro il Mincio   ma anche importanti canali artificiali quali il canale Cavour e i navigli di Ivrea , lungo il percorso si incontrano anche risaie, stagni, golene , paludi,  laghi fino a giungere alla foce del Po nel   Mar Adriatico ( via di levante ) e al Mar Ligure ( via del sud )
Via delle terre d’acqua è un progetto che si divide in diversi tronconi.
Vi è una dorsale principale che segue il corso del fiume Po , il percorso inizia infatti  presso “ Pian del Re “ attraversa interamente la pianura Padana per terminare nel Mar Adriatico .
Vi è un ramo settentrionale che nasce in Valle d’Aosta alle pendici del Monte Bianco segue il corso del fiume Dora Baltea fino al congiungimento con il Po nei pressi di  Crescentino
Il ramo meridionale invece attraversa la collina torinese , Monferrato, l’ Appennino  per arrivare al mar Ligure



Nessun commento:

Posta un commento

Scatti dal delta del Po

Scatti al delta del Po presso Gorino Faro di Goro  La foce del Po di Goro